La banca dati cartografica

La banca dati cartografica, attualmente disponibile, è stata organizzata in una serie di “viste” relative agli aspetti geografici, morfologici, geo-pedologici e climatici. L’utente può così visualizzare le zone VQPRD congiuntamente ai fattori che determinano le caratteristiche distintive del singolo terroir.

In tutte le viste è possibile visualizzare la perimetrazione delle aree DOCG, DOC e IGT.
La scelta del materiale cartografico, è stata condizionata dall’esigenza di fornire un quadro nazionale omogeneo e completo:

  • le mappe per i tematismi relativi all’inquadramento geografico (strade, fiumi, laghi), alla litologia, alla classificazione in unità fisiografiche dell’Italia, all’uso del suolo possiedono un dettaglio limitato, ma già molto significativo
  • le mappe degli aspetti climatici (precipitazioni, temperature) o legati ai periodi di deficit e surplus idrico, invece, possiedono minore dettaglio con cella di 5km di lato.
Le mappe sono state organizzate in una serie di viste tematiche per la consultazione dei fattori che determinano le caratteristiche distintive del singolo terroir. Unica eccezione è la vista aree vitivinicole pensata per inquadrare ciascun areale, corrispondente alle zonazioni VQPRD, nel contesto della regione, provincia, comune in cui è ubicato.

I tematismi corrispondenti alle zonazioni VQPRD sono visualizzabili e interrogabili su tutte le cartografie una volta attivate dall’utente.