I destinatari

Bisogna essere un amante del vino per utilizzare WineGIS?

Anche, ma non obbligatoriamente! Molti di noi probabilmente non riuscirebbero a capire la differenza tra il primo vino in cartoccio preso sullo scaffale del supermercato, rispetto ad una pregiata bottiglia di vino D.O.C.G.!

Ma allora perché utilizzare WineGIS anche se non si è un esperto del settore?

Per utilizzare WineGIS non è necessario essere un "addetto ai lavori", ma è sufficiente essere un amante del territorio, della natura, o, al limite, della tecnologia.
WineGIS permette di navigare nella cartografia, posizionarsi, ad esempio, lungo la costa ligure in mappa e poi, risalendo fino all'entroterra con un ingrandimento della cartina, visitare i luoghi conosciuti. Per poi scoprire che, solo lì, si produce il Vermentino del Tigullio, perché solo in quel posto ci sono caratteristiche (il terroir appunto), che nessun altro luogo al mondo possiede.
Di questi luoghi connotati da terroir unici probabilmente ne esistono migliaia nel mondo e molti di questi li attraversiamo tutti i giorni, senza saperlo!

Ma allora chi sono gli utenti di WineGIS?

Tutti! E tra questi "tutti" possiamo distinguere alcune tipologie di destinatari:

  • i produttori (cantine, consorzi, aziende), che possono analizzare in profondità il territorio sul quale operano, ma anche quello sul quale lavorano i propri concorrenti, contestualizzare il vino prodotto all'interno di una specificità territoriale, valorizzare l'ambiente nel quale si collocano, promuovere il proprio marchio
  • gli addetti al settore (enologi, agronomi, produttori, rivenditori, etc.), che possono accedere a basi dati differenti, unificate in una visione geografica, utili per analisi scientifiche o professionali
  • gli operatori turistici (gruppi di azione locale, pro loco, agenzie, etc.), che possono valorizzare il territorio attraverso la conoscenza delle sue principali caratteristiche e della produzione vitivinicola locale
  • le istituzioni (Enti locali, Consorzi, Comunità Montane, etc.), che possono conoscere e tutelare il proprio territorio, aggiornarsi sulle normative in materia (regolamenti e direttive comunitarie, leggi statati, regionali provinciali e locali), promuovere progetti di sostenibilità ambientale della viticoltura (conservazione del suolo e dell'ambiente, tutela e valorizzazione del paesaggio)
  • le scuole di enologia e di agraria, che possono trovare in WineGIS uno strumento validissimo a supporto dell'attività didattica e di ricerca e collaborare alla gestione e al mantenimento delle banche dati
  • gli appassionati, che possono conoscere con maggior consapevolezza un vino acquistato, scegliere, oppure, perché no, capire semplicemente il significato di quello che vent'anni fa stavano osservando in quella Regione, in quel Comune, a fianco di quel terrazzamento sulle pendici di una collina...