Terroir e GIS

Cosa si intende per terroir?

"Terroir" è un termine francese difficilmente traducibile, ormai divenuto d'uso comune fra quanti si occupano di vino.
È l’insieme delle caratteristiche geologiche, fisiche e climatiche del territorio (geologia, pedologia morfologia, climatologia) nel quale cresce la vite, ma anche degli aspetti ambientali legati alle tecniche di coltivazione o alle politiche di protezione delle denominazioni d’origine.

Cos'è il GIS o sistema informativo geografico?

Il GIS (dall’inglese Geographic Information System) è un sistema infomatico con un insieme di mappe intelligenti che permettono di interrogare banche dati, eseguire analisi e visualizzare o modificare informazioni collocate nello spazio.

Che relazione c'è fra terroir e sistemi informativi geografici?

Un sistema informativo geografico è uno strumento potentissimo che qualifica il terroir perché aiuta gli esperti nell’elaborazione dei dati e nella loro analisi.
Da un modello digitale di elevazione (ossia una matrice di celle che coprono tutto il territorio e delle quali si conosce la quota) si può, ad esempio, dedurre:

  • la carta delle fasce altimetriche: per delimitare verticalmente le zone per la produzione di determinate varietà di vino
  • la carta delle esposizioni: per individuare le zone che godono o meno degli influssi dell’insolazione, del mare o di altri fattori
  • la carta delle pendenze: per comprendere la difficoltà di coltivazione dei terreni, ma anche la loro capacità di trattenere le precipitazioni
  • la carta delle insolazioni: per determinare sulla base del DEM e delle informazioni relative alla latitudine ed al periodo stagionale la quantità di energia radiante che colpisce le aree.

Sovrapponendo informazioni e carte è possibile, ad esempio, cercare tutte le aree su colline moreniche, comprese tra i 100 e i 300 metri, esposte a sud, con pendenze basse, con terreni profondi, con escursioni termiche giornaliere superiori ai 15°C e precipitazioni medie inferiori a 50 mm e così via. Poi è possibile visualizzarle all’interno di zone di coltivazione di un determinato vitigno, o di produzione di un tal vino.

La tecnologia WebGIS consente di visualizzare e diffondere i risultati delle analisi, mettendole facilmente a disposizione dei ricercatori, dei professionisti, degli operatori del settore e degli appassionati.
La disponibilità gratuita di informazioni geografiche è uno stimolo alla diffusione della cultura del vino ed alla promozione di prodotti italiani: permette di coinvolgere tanti  appassionati oppure appassionare a sua volta nuove persone a questo pregiato prodotto!

WebGIS può anche diventare uno strumento fondamentale per impostare una strategia di marketing territoriale, a partire dalla possibilità di sovrapporre alle cartografie tecniche informazioni relative alla posizione delle aziende produttrici, dei consorzi, delle strade del vino, dei premi enologici e di quanto si muove intorno al mondo del vino.